logo_120 (5K)

Casa Mater Dei

comunità di accoglienza mamma-bambino

Gabriella Lollo Zanardo

Gabriella_Lollo_Zanardo

«Nel 1977, in un Convegno Internazionale tenutosi a Trento, ho sentito parlare dei Centri di Aiuto alla Vita e delle “Case di Accoglienza” per ragazze madri. Subito è nata in me l’idea di poter realizzare anche nella mia città di Vittorio Veneto quest’iniziativa che mi pareva così importante. Quando si è ricevuto tanto da Dio, come si fa a non pensare a chi si trova in difficoltà?...

I C.A.V. sono nati con lo scopo di offrire un concreto aiuto alle maternità difficili ed indesiderate, pensando che le difficoltà della vita non si risolvono sopprimendo la vita, ma aiutando a superare insieme i veri problemi. Essi offrono alla madre, incerta se accettare o meno una maternità indesiderata, un aiuto concreto e talvolta anche consistente, offrendo l’accoglienza in una “Casa Famiglia” in modo che la donna non si senta sola ad affrontare e risolvere il suo problema.

Il clima di queste Case dev’essere quello di una vera famiglia dove la futura mamma, ma anche amata e aiutata a credere ancora nella vita, ad avere fiducia in se stessa e nelle persone che potrà incontrare e a saper affrontare la vita da sola, non solo economicamente ma anche psicologicamente.

Con l’aiuto di alcune persone, in modo particolare quello di Don Vittorino Favero, sacerdote diocesano responsabile della Pastorale Familiare, con il quale ho condiviso la mia idea, sono nati il Centro Aiuto per la Vita e Casa “Mater Dei”, una piccola abitazione data in comodato dall’Istituto Secolare San Raffaele e gestita da due suore Figlie di San Giuseppe.

Ci auguriamo che questa istituzione sia sempre più benedetta dal Signore e continui a portare i suoi frutti testimoniando il valore della vita, grande dono di Dio».

(da un manoscritto di Gabriella ad un gruppo di
ex allieve del Collegio immacolata di Conegliano)



Casa Mater Dei © 2014-2019 - Ultima modifica alla pagina: 22/12/2014info sui cookie  -  contattaci